“Paradiso Film Fest”, dall’8 all’11 agosto una rassegna di eventi culturali celebra la piazza di Palazzo Adriano

Nessun commento

Un viaggio nella memoria tra ricostruzioni di scene passate alla storia e nuove narrazioni cinematografiche: dall’8 all’11 agosto la piazza di Palazzo Adriano, principale set cinematografico naturale del film Oscar “Nuovo Cinema Paradiso”, ospita la prima edizione del “Paradiso Film Fest”.

Il festival organizzato dal comune di Palazzo Adriano propone un percorso sensoriale e artistico nel mondo e nei segreti del cinema e della musica, con suoni ed esibizioni live per le strade, cinema sotto le stelle e proiezioni di documentari. Sono inoltre previsti trekking in montagna e passeggiate urbane per conoscere tutti i luoghi del “Cinema Paradiso” con un itinerario dedicato agli amanti della pellicola.

Palazzo Adriano, Piazza Umberto I – Credit foto Nicola Vaiana

La direzione artistica è a firma del musicista jazz Pierre Vaiana. Il compositore e specialista in sax soprano, porterà alla manifestazione le sue esperienze e la curiosità che lo hanno accompagnato in giro per il mondo, dall’America all’Africa dove ha trascorso molti anni della sua vita, e in Sicilia, dove ha studiato i canti dei carrettieri siciliani.

Come nel passato, e come nel film di Tornatore, la celebre piazza si trasformerà in arena, per condividere le emozioni del cinema all’aperto: le proiezioni delle tante e preziose produzioni indipendenti, diverse per stile e contenuti, saranno spunto per una riflessione sui temi della migrazione e della disuguaglianza. Immancabile, inoltre, la proiezione di “Nuovo Cinema Paradiso”: a trent’anni dall’uscita nelle sale cinematografiche dell’indimenticabile pellicola, un’esperienza immersiva e multisensoriale proprio nella piazza che ha incantato il regista di Bagheria. Ospiti d’eccezione della manifestazione gli attori Marco Leonardi e Agnese Nano: gli interpreti dei personaggi di Salvatore ed Elena torneranno nel piccolo centro del palermitano per partecipare alla proiezione del film nella sua versione restaurata e svelare i più curiosi retroscena dei momenti vissuti sul set. 

Rievocazione della scena de “U strattu”

Sempre in Piazza Umberto I (domenica 11 agosto) verrà ricostruita l’ambientazione che ha fatto da sfondo alla pittoresca scena de “U strattu”, l’antica arte che vedeva le donne del paese lavorare il pomodoro esposto al sole su tavole di legno. Un’installazione dedicata non solo ai cittadini che alla fine degli anni 80 hanno convissuto con il regista Tornatore e il suo cast di attori, entrando a far parte, seppur soltanto per qualche mese, dell’affascinante mondo del cinema, ma anche ad appassionati di fotografia e instagramer che vorranno entrare nella scena e immergersi in un tour fotografico per immortalare la rievocazione e condividerla in tempo reale.

Concerti

Ad animare le quattro giornate anche le note del “Paradiso Folk & Jazz Festival” in programma sabato a partire dalle 21.00: il sassofonista Pierre Vaiana, in duetto con il chitarrista e compositore di Gand (Belgio) Artan Buleshkaj, porterà il suo progetto musicale “Amuri e Spiranza”, accompagnato dai musicisti Jona Patitò al mandolino e Salvatore Pecoraro alla chitarra, mentre il Quartetto Tetra Kordes proporrà brani che spaziano dal barocco al contemporaneo, capaci di esprimere al meglio le grandi potenzialità timbrico-espressive degli strumenti a pizzico. Sul palco anche “Terra di Meraviglie” del cantautore Marco Corrao, una commistione tra folk popolare siciliano e blues, musica mediterranea e mediorientale: il concerto di inediti con canzoni tratte dai suoi ultimi album “Storto” e “Liggenni” vedrà alle percussioni Giorgio Rizzo, alla batteria Fabrizio Francoforte, al basso Francesco Cardullo e al pianoforte Chiara Minaldi.

E poi ancora un omaggio alla piazza che per bellezza e storia richiama visitatori da ogni parte del mondo, “La Piazza è mia – Piazza in festa”: un pomeriggio tra cortei musicali con la tradizionale fanfara siciliana intonata dalla storica banda Alessandro Scarlatti di Palazzo Adriano, la raccolta con i muli bardati per le vie del paese, organizzata in onore dei festeggiamenti del SS. Crocifisso, e i repertori dei canti alla carrettiera interpretati da Giovanni di Salvo, membro e leader dei Cantori di Bagheria, tra gli ultimi eredi della tradizione degli elaborati e arcaici brani che accompagnavano il duro lavoro dei carrettieri siciliani. 

Proiezioni in piazza 

Da giovedì 8 agosto, il festival ospiterà una rassegna di diverse proiezioni di film e documentari italiani e stranieri indipendenti per riflettere attraverso lo sguardo della macchina da presa su grandi tematiche sociali e di attualità.

Si parte con il film documentario “Immagine dal vero”, del regista e scrittore siciliano Luciano Accomando: il film, che ha già ricevuto diversi riconoscimenti per la sua capacità di veicolare conoscenze sul tema dell’immigrazione e dell’integrazione, sfatando falsi miti e pregiudizi, racconta le storie di successo di cinque donne e sette uomini emigrati in Sicilia che hanno saputo riscattarsi e hanno contribuito a migliorare le comunità di cui oggi fanno parte e in cui sono perfettamente integrati.

Ad aprire la serata di venerdì 9 agosto sarà la proiezione di “Dallas in Prizzi”, il lavoro documentaristico diretto dal regista siciliano Luca Vullo e prodotto dallo psichiatra americano Dave Atkinson. Il film racconta lo scambio artistico, umano e culturale nato dall’incontro tra un gruppo di artisti che partiti da Dallas, in Texas, hanno scelto Prizzi, il più alto paesino dell’entroterra siciliano, per realizzare dei murales in omaggio alla comunità. 

A seguire, la rassegna di corti cinematografici e di animazione a cura “Tracce Cinematografiche Film Fest”: il festival internazionale del cortometraggio di Nettuno proporrà uno sguardo inedito sulla condizione di chi è in viaggio lungo le più rischiose rotte della migrazione: da “Fantassùt”, dell’autrice canadese Federica Foglia, sulla condizione dei profughi a Idomeni e in altri campi al confine fra Grecia e Macedonia, a “Elmando” diretto dal regista rumeno Anton Octavian e patrocinato dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr), incentrato sul viaggio di un migrante dal Congo all’Europa. 

Palinsesto dei corti:

“Elmando” di A.Octavian / S.Joieux (Romania/Italia)
“Fantassut” di Federica Foglia (Canada)
“La casa de li trenta scrusci” di Diego Monfredini (Italia)
“Ailan” di Jubrail A. Rahman (Iran)
“Inverno Ramarro” di Julia Gromskaia (Italia)
“A beautiful Mistake” di Regia collettiva (Mondo)
“Night Armour” di Carolina Giammetta (Gran Bretagna)
“Malatedda” di Diego Monfredini (Italia)
“Acabo de Tener a Sueno” di Javi Navarro (Spagna)
“The Long Way Down” di Yasser Howaidy (Dubai)
“Ngutu” di Daniel Valledor (Spagna)
“Mama” di Eduardo Vieitez (Turchia)

Leggi il programma completo degli appuntamenti su www.paradisofilmfest.com

Visualizza questo post su Instagram

🎞 È un fascino senza tempo quello per il #CinemaParadiso, lo rivivremo dall'8 all'11 agosto con il Paradiso Film Fest e con un programma di appuntamenti ricchissimo e variegato. Ricordate anche voi quella volta in cui un gruppo di giapponesi proiettò la pellicola di "Nuovo Cinema Paradiso" direttamente sulla fontana della piazza di Palazzo Adriano? Un viaggio lungo diecimila chilometri per realizzare un sogno davvero bizzarro. Come nel passato, e come nel film “Nuovo Cinema Paradiso”, condivideremo le emozioni del cinema all'aperto nella bellissima Piazza Umberto I. Immancabile la proiezione del film Oscar che ha reso celebre il nostro paesino, ma dedicheremo una serata anche ai cortometraggi internazionali con la rassegna "Il Corto Colto", con la proiezione di short film esilaranti ma intelligenti. #ParadisoFilmFest #PalazzoAdriano #festival #cinema #sicani @borghidisicilia @livesicani #borghitalia #borghi

Un post condiviso da Paradiso Film Fest (@paradiso_film_fest) in data:

Articolo precedente
“U Strattu”, l’antica arte di lavorare il pomodoro: un’esperienza immersiva e multisensoriale
Articolo successivo
Cultura, natura, ospitalità, tradizioni e sapori: una gita fuori porta a Palazzo Adriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu